Battendo la portoricana Maria Torres per 3/1, Virginia Elena Carta è approdata in semifinale nel prestigioso US Women’s Amateur, major dilettanti femminile in svolgimento al Rolling Green GC (par 71) di Springfield in Pennsylvania. Adesso l’italiana affronterà la filippina Yuka Saso che ha sconfitto per 1 up la giapponese Nasa Hataoka. Nell’altra semifinale saranno di fronte la francese Mathilda Cappeliez (alla 19ª sull’australiana Hannah Green) e la coreana Eun Jeong Seong (1 up sulla statunitense Andrea Lee).

Per Virginia Eelena Carta l’inizio è stato difficile: passata 2 down alla nona buca l’azzurra ha avuto una splendida reazione vincendo cinque buche consecutive per il 3 up alla 14ª che è valso il passaggio del turno. “Il vento – ha detto l’allenatore Roberto Zappa, che accompagna l’azzurra – ha reso il gioco più difficile, rispetto agli altri giorni, su un campo ondulato e con parecchi green rialzati. Sulle prime nove buche è stato difficile scegliere i bastoni adatti e di conseguenza, sbagliando, era poi quasi impossibile recuperare con approccio e putt. Virginia è un po’ mancata in questa fase, ma il 2 up per la filippina alla nona buca le ha dato la scossa necessaria: bastoni giusti, ottimo gioco lungo e corto e in cinque buche è passata in semifinale”.

Nell’albo d’oro del torneo, dove figurano i nomi di “mostri sacri” del passato quali quelli di Betty Jameson, Babe Zaharias,Louise Suggs e Patty Berg, o di campionesse di tempi più recenti come Beth Daniel e Pat Hurst o attuali quali Morgan Pressel e Lydia Ko, numero uno mondiale, c’è anche quello di Silvia Cavalleri, che vinse nel 1997 battendo Robin Burke (5/4).

Nella foto: Roberto Zappa e Virginia Elena Carta

Fonte Federgolf

I RISULTATI

News