L’inglese stabilisce il nuovo primato di vittorie consecutive sull’Alps Tour. Fra gli azzurri in evidenza Andrea Bolognesi e Francesco Testa (undicesimi)

L’inglese Matt Wallace con 193 (65 62 66; -17) trionfa nel Vigevano Open Alps Tour, sesto torneo stagionale dell’Alps Tour e terzo evento dell’Italian Pro Tour 2016 disputato sul percorso lombardo del Golf Vigevano (par 70). É la quarta vittoria di fila per il 26enne londinese, che fissa il nuovo record di successi consecutivi sull’Alps Tour. In seconda posizione con 196 (-14) il francese Franck Daux (68 64 64) e lo svizzero Julien Clement (68 59 69), autore di un secondo giro sensazionale con 11 colpi sotto il par. Al quarto posto con 197 (67 66 64; -13) il francese Victor Perez, seguito in quinta posizione con 199 dallo svizzero Arthur Gabella (68 66 65; -11). Undicesimo posto con 202 (-8) per Andrea Bolognesi (65 65 72) e per Francesco Testa (66 70 66), premiati come migliori italiani. Gara in chiaroscuro per Enrico Di Nitto, 13°con 203 (70 68 65: -7), al pari di Michele Ortolani (66 67 70) e di Lorenzo Magini (68 64 71). Prestazione molto incoraggiante per Daniele Bomarsi, 18° con 204 (68 70 66; -6) e premiato come miglior amateur. Non hanno trovato il giusto ritmo di gara, chiudendo al 21° posto con 205 (-5) Andrea Perrino (69 69 67), Leonardo Motta (67 69 69), Alessandro Grammatica (65 71 69), seguiti al 31° posto con 207 da Cesare Turchi (69 67 71) e da Andrea Zani (68 66 73). Non hanno superato il taglio, caduto a -2, fra gli altri Lorenzo Scotto, 43° con 139 (71 68 -1) e Stefano Pitoni, 49° con 140 (72 68; par). Federico Maccario, tra i favoriti della vigilia, ha dovuto abbandonare il torneo per un attacco febbrile. Il Vigevano Open Alps Tour, terzo evento italiano del Progetto Ryder Cup 2022 si era aperto con la Pro Am, vinta dal team del francese Daydou.

Wallace, una vittoria da record – Dopo le affermazioni in Egitto, Tunisia e Austria, Wallace trionfa anche in Italia, consolidando così la leadership dell’ordine di merito e proiettandosi con autorità verso il Challenge Tour. Una stagione scintillante per il britannico, iniziata con il terzo e il secondo posto nelle due tappe d’apertura e proseguita con quattro successi perentori. Una continuità di rendimento davvero difficile da riscontrare nel golf. Il suo primato di vittorie consecutive lo fa entare nella hall of fame dell’Alps Tour, dove hanno un posto di diritto anche gli azzurri Nino Bertasio, che nel 2004 si impose consecutivamente nell’Open de St. François-Region Guadeloupe e nell’Asiago Open ed Emmanuele Lattanzi nel 2003, vittorioso in sequenza nel 2003 nel  Memorial Roncoroni e nel Brianza Open. Wallace ha costruito il suo trionfo al Golf Vigevano portando avanti con grande regolarità il torneo. Nel rush finale il londinese (che incassa i 5.800 euro dal montepremi di 40 mila), ha vinto il duello con lo svizzero Clement, grazie a un giro portato a termine con 4 colpi sotto il par (un eagle, tre birdie e due bogey): “Sono davvero felice, quasi incredulo per esser riuscito a vincere per la quarta volta consecutiva sull’Alps Tour. Non è stato affatto semplice prevalere in questo torneo e voglio fare i complimenti a tutti i miei diretti contendenti. Un grazie particolare a tutto lo staff del Golf Vigevano per aver sopperito egregiamente ai disagi imposti dal meteo nei primi giorni di gara. Il mio segreto? Essere ambizioso e lavorare duramente giorno dopo giorno”.  

Il calendario dell’Italian Pro Tour – Il circuito di gare, coordinato da Alessandro Rogato (Presidente) e Barbara Zonchello (Direttore) ha in agenda altri sette appuntamenti di prestigio. L’Alps Tour farà ritorno in Italia per il torneo che sarà ospitato sul percorso comasco della Pinetina Golf Club dal 15 al 17 giugno. Cresce sempre di più intanto l’attesa per la 73esima edizione dell’Open d’Italia, che sarà ospitato nuovamente da Golf Club Milano dal 15 al 18 settembre con montepremi raddoppiato a 3 milioni di euro.

Matt Wallace  (foto Bellicini)
Matt Wallace (foto Bellicini)

Ufficio stampa del torneo (Giampaolo Iacobellis)

News