Continua il dominio di Thorbjorn Olesen nel Turkish Airlines Open, primo dei tre tornei delle Final Series che concludono la stagione dell’European Tour in svolgimento al Regnum Carya G&Spa Resort (par 71) di Belek, in Turchia. Il danese guida la classifica con 195 colpi (65 62 68) e un -18 che equivale a sette colpi di vantaggio sugli immediati inseguitori, tra cui c’è Matteo Manassero, passato da quarto a secondo con 202 colpi (66 68 68, -11). Tra gli azzurri ha recuperato anche Renato Paratore, da 52° a 32° con 209 (71 71 67, -4), mentre ha perso terreno Nino Bertasio, da 34° a 48° con 211 (69 71 71, -2).
Se Manassero riuscirà a mantenere questa posizione, si porterà a casa 712.329 euro, contro 1.065.388 del primo (montepremi 6.360.000 euro), e si garantirebbe l’accesso fra i primi 60 nella money list (anche con l’opzione della posizione pari merito) e la partecipazione alle ultime due gare stagionali. Col l’italiano, a pari merito, ci sono anche l’americano David Lipsky, il cinese Haotong Li, l’austriaco Bernd Wiesberger e l’inglese David Horsey. Al settimo posto con 203 (-10) incalzano il sudafricano George Coetzee e il thailandese Thongchai Jaidee e al nono con 204 (-9) lo spagnolo Pablo Larrazabal, anche loro in corsa per la seconda piazza, mentre è fuori probabilmente il coreano Byeong Hun An, 14° con 206 (-7).
Più lento rispetto ai giri precedenti, ma molto efficace Thorbjorn Olesen (nella foto di Getty Images) che ha messo insieme cinque birdie e due bogey per il 68 (-3). Dopo quattro birdie Matteo Manassero ha perso la seconda poltrona solitaria per un bogey alla buca 17 (68). Per Renato Paratore un bel 67 (-4) con cinque birdie e un bogey e per Bertasio il 71 del par con un birdie e un bogey.

I RISULTATI

News