Su quattro percorsi spagnoli si sta volgendo lo Stage 2 della Qualifying School dell’European Tour al quale prendono parte dodici giocatori italiani.

Al Las Colinas G&CC (par 71) di Alicante, Andrea Maestroni (nella foto) è passato a condurre con 133 colpi (67 66, -9) alla pari con l’irlandese Gary Hurley (69 64) e con lo svedese Oscar Lengden (69 64). Al 47° posto con 142 (71 71, par) Francesco Laporta.

Sul percorso del Campo de Golf El Saler (par 72), a Valencia, ha guadagnato due posizioni Filippo Bergamaschi, 18° con 141 (69 72, -3) e ne ha perse 14 Matteo Delpodio, 26° con 142 (68 74, -2). Buon recupero di Federico Maccario (75 69) e di Niccolò Quintarelli (74 70), 39.i con 144 (par) e in retrovia Gregory Molteni, 58° con 147 (76 71, +3). In vetta con 136 (-8) il tedesco Christopher Carstensen (65 71) e il francese Fabien Marty (64 72).

Al Lumine G&BC (par 71), a Tarragona, Valerio Pelliccia è 39° con 140 (71 69, -2).  Al comando con 133 (-9)  gli inglesi Charlie Bull (65 68) e Billy Hemstock (66 67).

Sul tracciato del Panoramica (par 72), a Castellon,  è salito Enrico Di Nitto, 17° con 138 (69 69, -6), è sceso Nicolò Ravano, 27° con 139 (68 71, -5) ed è rimasto in bassa classifica Stefano Pitoni, 66° con 146 (73 73, +2). Si è ritirato Andrea Pavan. Conduce l’inglese Laurie Canter con 130 (65 65, -14) con un colpo di margine sullo spagnolo Borja Etchart (131, -13).

Al termine dello Stage 2 (72 buche) circa 80 partecipanti, mediamente 20 per ogni gara  accederanno alla finale, programmata su 108 buche, che avrà luogo dal 12 al 17 novembre  al PGA Catalunya Resort, di Girona, sempre in Spagna.

I RISULTATI

News