Il golf italiano inizia il suo viaggio verso la Ryder Cup 2022 con l’Italian Pro Tour 2016. Domani, 23 marzo, il programma stagionale del circuito golfistico, che si apre con il Campionato Nazionale Open (6-9 aprile Golf Club Le Fonti) sarà svelato in una conferenza stampa a Castel San Pietro Terme alle ore 12 presso il Palazzo di Varignana Resort & Spa. Interverranno Franco Chimenti (nella foto), Presidente di Coni Servizi e della Federazione Italiana Golf; Ivano Serrantoni, Presidente del GC Le Fonti; Fausto Tinti, Sindaco di Castel San Pietro Terme. I grandi eventi firmati Italian Pro Tour saranno illustrati da Alessandro Rogato e Barbara Zonchello, rispettivamente Presidente e Direttore del Comitato Organizzatore Open professionistici di golf della FIG. Sarà presente anche Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022. Lorenzo Gagli interverrà in qualità di testimonial dell’Italian Pro Tour. Professionista dal 2006, Gagli ha giocato sui principali circuiti europei dall’Alps Tour, all’European Tour e ha vinto il Campionato Nazionale Open nel 2010.

Il Campionato Nazionale Open – Campioni con grande esperienza internazionale e giovani dal futuro roseo: la 77esima edizione del torneo avrà un field di primo livello. Nato nel 1935, il Campionato Nazionale Open rappresenta da sempre un appuntamento di grande prestigio per i giocatori italiani e quest’anno sarà la prima manifestazione ufficiale nell’ambito del “Progetto Ryder Cup 2022”. Scenderanno in campo 120 giocatori (107 professionisti), fra i quali anche molti dei migliori amateur del panorama nazionale. Fra i professionisti più titolati, Marco Crespi, Alessandro Tadini, Matteo Manassero, Matteo Delpodio Lorenzo Gagli e Nino Bertasio rappresentano sei dei primi dieci dell’ordine di merito italiano. Riflettori puntati su Matteo Manassero, 23enne con all’attivo ben 4 vittorie nell’European Tour, fra le quali il prestigioso BMW PGA Championship nel 2013 e su Alessandro Tadini, campione in carica a segno in altre due occasioni (2009 e 2012).

Formula di gara – Il torneo, preceduto dalla Pro Am il 5 aprile, si giocherà sulla distanza di 72 buche, suddivise in 4 round da 18. Dopo i primi due giri proseguiranno la gara i primi 40 classificati e i pari merito. Il montepremi è di 50.000 euro, dei quali 7,250 andranno al vincitore. L’ingresso per tutta la durata della manifestazione sarà gratuito.

Il percorso – Già sede di gioco delle Qualifying School del Ladies European Tour (2006 e 2007), il Golf Club Le Fonti è stato anche il teatro di gara di tre tappe dell’Alps Tour dal 2009 al 2011. Progettato dall’architetto Ivano Serrantoni – Presidente del GC Le Fonti sin dalla sua nascita – il percorso (par 72) risulta estremamente vario e divertente sia per i giocatori più abili che per i principianti. Oltre agli alti contenuti tecnici, il club castellano eccelle anche nell’attività di promozione del golf. Grazie all’impegno del Presidente Serrantoni in 16 anni di attività sono stati ben 4000 i nuovi golfisti.

Gli sponsor – L’Italian Pro Tour si avvale del sostegno di Konica Minolta, Frosecchi e Franco Bosi Argenti, ActionAid (Charity Partner) e Sky Sport (Media Partner). Il Campionato Nazionale Open avrà il supporto dei seguenti Partner Istituzionali: Regione Emilia Romagna, Comune di Castel S. Pietro Terme, Con Ami, Stai, Coni Regionale, Area Blu. I Media partner saranno QN, Resto del Carlino e Radio Bruno. Il torneo beneficerà del contributo dei seguenti sponsor: Palazzo di Varignana, Allianz Bank, IMA Spa, Itas Assicurazioni, Maserati Bluvanti, Gruppo Fiori, Anusca Palace Hotel, Tedeschi, Segafredo, Scarabelli, Terme di Castel S. Pietro Terme, Patch Europe, Cerelia, Del Monte, CIMS, Precision.

 

Fonte Federgolf

News RYDER CUP