Alessandro Tadini (nella foto), settimo con 277 colpi (69 71 66 71, -11), ha ottenuto un posto in finale nella Qualifying School Section B dell’Asian Tour, disputata sul percorso del Windsor Park&GC (par 72), a Bangkok, in Thailandia. Non è invece entrato tra i 25 promossi Aron Zemmer, 43° con 285 (69 71 71 74, -3). Ad imporsi con 268 colpi (71 67 66 64, -20) è stato il coreano Songgyu Yoo, seguito a quatto colpi dal connazionale Youngjea Byun, dal giapponese Kento Nakai e dallo statunitense Ryan McCormick (272, -16).
Nell’altra gara al Suvarnabhumi G&CC (par 72), sempre a Bangkok, dove non vi erano italiani, hanno concluso in vetta con 266 (-22) il finlandese Janne Kaske, l’americano Sejun Yoon e il dilettante svizzero Michael Harradine (26 qualificati).
Songgyu Yoo ha sorprassato Youngjea Byun con un 64 (-8) frutto di un eagle e di sei birdie. Alessandro Tadini ha fatto appello all’esperienza e ha viaggiato prudentemente attorno al par fermandosi a 71 (-1) colpi con due birdie e un bogey. Aron Zemmerè andato subito in affanno, ha perso in avvio colpi preziosi e non ha più recuperato (74, +2, con tre birdie, tre bogey e un doppio bogey).
La finale, in programma dall’11 al 14 gennaio, avrà luogo sui due tracciati del Suvarnabhumi G&CC (East Course e South Course). Saranno alla partenza 264 concorrenti che il taglio ridurrà a 100 dopo due giri. Al termine i primi 35 in graduatoria e i pari merito al 35° posto avranno la “carta” piena per l’Asian Tour 2017.

I RISULTATI

News