Se Francesco Molinari, 46° con 207 (70 68 69, -6) colpi, è rimasto praticamente stabile dopo il terzo giro dello Shriners Hospitals for Children Open (PGA Tour) al TPC Summerlin (par 71) di Las Vegas in Nevada, qualcosa di novo si è invece registrato in testa alla classifica: adesso il leader è Lucas Glover (198 – 68 65 65, -15), ma sarà un volata finale molto incerta con almeno altri dieci concorrenti in corsa per il titolo tra i quali, oltre al leader Brooks Koepka e l’australiano Rod Pampling, secondi con 199 (-14), anche Russell Henley e l’altro australiano Geoff Ogilvy, quarti con 200 (-13). Possono comunque dire la loro anche Harris English, James Hahn, Charles Howell III, Pat Perez, Scott Piercy e il canadese Adam Hadwin, sesti con 201 (-12). Più difficile un rientro di Ryan Moore, 12° con 202 (-11), e di Keegan Bradley e dello spagnolo Jon Rahm, 21.i con 203 (-10), anche se hanno tanta classe per poterlo fare.
Lucas Glover, 37enne di Greensville (South Carolina), sembrava destinato a una bella carriera grazie al successo in un major (US Open 2009), ma dopo un guizzo nel 2011 per il terzo titolo nel circuito è praticamente scomparso e ora ha una bella occasione per riemergere. Nel suo 65 (-6) un eagle, cinque birdie e un bogey. Destino quasi parallelo quello di Geoff Ogilvy, 39enne di Adelaide anche lui a segno nell’US Open (2006), con sette vittorie complessive fino al 2010 e poi scomparso. Si è rifatto vivo nel 2014, con l’ottavo sigillo in un torneo minore (Barracuda Championship) e ora ha un’opportunità che si è procurata con sette birdie e due bogey per il 66 (-5)
Parziale di 69 colpi (-2, con quattro birdie e due bogey) per Francesco Molinari (nella foto) che procede con regolarità, ma con score troppo vicini al par. Il montepremi è di 6.600.000 dollari.
I RISULTATI

News