Il coreano Sung-hoon Kang (131 – 72 SH 60 MP) e il giapponese Hiroshi Iwata (131 – 66 MP 66 PB) guidano con “meno “11” la graduatoria dell’AT&T Pebble Beach Pro-Am, una classica nel calendario del PGA Tour che affianca i membri del circuito a noti personaggi appassionati di golf per la pro am all’interno del torneo. Si gioca sui tre percorsi del Pebble Beach Golf Links (par 72), del Monterey Peninsula CC (par 71) e dello Spyglass Hill Golf Course (par 72), a Pebble Beach in California, con un montepremi di sette milioni di dollari. La classifica fa riferimento al par essendo differenti quelli dei tre campi.
Si è portato al terzo posto con “meno 10” Phil Mickelson (parziale di 65, -6 MP) affiancato da Chez Reavie, in vetta dopo 18 buche, e dallo svedese Freddie Jacobson, è al sesto con “meno 9” l’inglese Justin Rose (68, -3 MP). Hanno giocato tutti al Monterey Peninsula l’australiano Jason Day, numero tre mondiale (nella foto), da 65° a 13° con “meno 6” (66, -5), l’inglese Luke Donald, 27° con “meno 4” (69, -2), Jordan Spieth, leader del World ranking, da 65° a 36° con “meno 3” (69), Bubba Watson, 49° con “meno 2” (68), Dustin Johnson (73, +2) e Brandt Snedeker (71, par), campione uscente, 75.i con il par.
Sung-hoon Kang, 29enne di Jeju nel cui palmares figurano due titoli nell’Oneasia Tour, ha battuto con 60 (-11) colpi il record del campo del Monterey Penisula con un eagle e nove birdie, stabilendo anche lo score più basso in assoluto nella lunga storia del torneo che apparteneva con 61 (-9) al connazionale Charlie Wi, il quale lo aveva ottenuto sullo stesso tracciato nel 2012, quando il par era 70.
L’AT&T Pebble Beach Pro-Am viene trasmessa in diretta da Sky con i seguenti orari: sabato 13 febbraio, dalle ore 21 alle ore 24 (Sky Sport 2 HD); domenica 14, dalle ore 21 alle ore 0,30 (Sky Sport 2 HD). 
Fonte Federgolf
News