L’italiano, con uno strepitoso 61 nell’ultimo giro (score più basso in carriera), ha chiuso al quarto posto. La vittoria è andata a l’australiano Rod Pampling

Con uno spettacolare giro in 61 (-10) colpi e lo score di 268 (70 68 69 61, -16), Francesco Molinari ha ottenuto un ottimo quarto posto, rimontando dal 46°, nello Shriners Hospitals for Children Open (PGA Tour) al TPC Summerlin (par 71) di Las Vegas in Nevada. Dopo dieci anni è invece tornato al successo sul circuito l’australiano Rod Pampling (264 – 60 68 71 65, -20), che in un combattuto finale ha avuto ragione di Brooks Koepka (266, -18) e di Lucas Glover (267, -17). Insieme a Molinari anche Harris English e l’australiano Geoff Ogilvy e settimo con 269 (-15) Keegan Bradley.
Francesco Molinari  (nella foto) ha realizzato lo score più basso in carriera, dopo un 62 siglato sull’European Tour. Partito dalla buca 10,  ha messo a segno un eagle, andando a bersaglio con il secondo colpo alla 11ª (par 4), utilizzando un wedge, e poi ha completato il turno con otto birdie sul resto del tracciato. Con i 272.800 dollari di premio è salito al 14° posto della money list ($ 508.133) dove è in vetta il giapponese Hideki Matsuyama ($ 2.376.000).
Rod Pampling, 47enne di Redcliffe con una lunga carriera da comprimario, aveva nel palmares due titoli nel circuito, l’ultimo nel 2006 (Bay Hill Invitational), ma lo scorso anno è riuscito a vincere il BMW Charity Pro Am nel Web.com Tour. Ha ottenuto il terzo successo con un 65 (-6), dovuto a otto birdie e a due bogey, che gli ha consentito di venire a capo soprattutto di Brooks Koepka, il quale non ha mollato fino all’ultimo green. L’australiano  a ricevuto un assegno 1.188.000 dollari su un montepremi di 6.600.000 dollari e l’esenzione fino al tour 2018.-2019.

I RISULTATI

News