L’Italia del golf tira un sospiro di sollievo: per il momento non c’è più nessun ultimatum da parte degli inglesi sulla scadenza per le garanzie di 97 milioni, necessaria per lo svolgimento della Ryder Cup a Roma. L’impegno del governo, che si traduce in una lettera del Ministro Lotti firmata lo scorso 11 febbraio, ha convinto gli inglesi. Gli organizzatori della Ryder Cup Europe, infatti, hanno rassicurato sulle tempistiche spiegando che tali garanzie potranno essere rese disponibili dal governo anche oltre il 28 febbraio, data inizialmente indicata come l’ultimo termine.

“Mi sembra una cosa di buonsenso, cosa che per altro è stata richiesta da parte dell’esecutivo. Tutto questo non fa che confermare il mio ottimismo”, è stato il commento del presidente del Coni, Giovanni Malagò. “C’è una lettera che attesta che da parte loro non c’è stata l’indispensabilità di chiudere la vicenda oggi, ma di concedere un tempo non definito, ragionevole, per completare l’iter formale dell’istruttoria”.

News