L’australiano Marcus Fraser (269 – 66 69 66 68, -15) ha sorpassato nel finale il coreano Soomin Lee (271, -13), raggiunto in seconda posizione dal filippino Miguel Tabuena, e ha vinto il Maybank Championship Malaysia, torneo in combinata tra European Tour e Asian Tour disputato sul percorso del Royal Selangor GC (par 71), a Kuala Lumpur in Malesia. Si è classificato 50° con 283 colpi (70 69 71 73, -1) Matteo Manassero (nella foto), unico italiano in campo. Hanno occupato il quarto posto con 272 (-12) lo spagnolo Jorge Campillo e il francese Julien Quesne, il sesto con 273 (-11) l’altro iberico Pablo Larrazabal e l’inglese Richard Bland e l’ottavo con 274 (-10) l’australiano Nathan Holman, in vetta nei primi due giri. Al 12° con 276 (-8) il sudafricano Louis Oosthuizen, al 36° con 280 (-4) lo spagnolo Rafael Cabrera Bello, al 40° con 281 (-3) il filippino Angelo Que e al 45° con 282 (-2) l’inglese Danny Willett.  

Hanno deluso, uscendo al taglio caduto a 141 (-1), alcuni dei giocatori che davano lustro al field: il thailandese Kiradech Aphibarnrat e l’iberico Alvaro Quiros, 85.i con 143 (+1), il tedesco Martin Kaymer, 102° con 144 (+2), lo spagnolo Miguel Angel Jimenez, 131° con 147 (+5), e il nordirlandese Darren Clarke, capitano europeo alla prossima Ryder Cup (30 settembre-2 ottobre, Hazeltine National GC, Minnesota), 141° con 148 (+6). Si è ritirato il thailandese Thongchai Jaidee.
Marcus Fraser, 38enne di Corowa, ha siglato il terzo titolo nel circuito continentale con un giro finale molto accorto sintetizzato da tre birdie senza bogey per il 68 (-3). Non sarebbe però bastato senza il contributo di Soomin Lee, leader dopo tre turni, che era ancora in avanti a tre buche dalla fine (quattro birdie e due bogey), prima di lasciare strada all’avversario con due doppi bogey (73, +2). E’ stato sempre in rincorsa Tabuena, ma il 68 (sei birdie e tre bogey) gli ha consentito quanto meno di agganciare Lee.
Manassero è partito dalla buca 10 con tre bogey di fila e ne ha aggiunti altri due a metà strada, poi si è ripreso con tre birdie, ma il 73 (+2) gli ha fatto perdere tredici posizioni. A Fraser è andato un assegno di 439.459 euro su un montepremi di 2.685.000 euro.
Fonte Federgolf
News