Francesco Laporta è al secondo posto con 65 (-5) colpi dopo il giro iniziale della King’s Cup, torneo in combinata tra European Tour Asian Tour, che si sta svolgendo sul percorso del Phoenix Gold Golf Club (par 70) a Pattaya in Thailandia. Ha due colpi di ritardo dal thailandese Sattaya Supupramai, leader con 63 (-7) e condivide la posizione con lo statunitense Tom Johnson e con l’indiano Gaganjeet Bhullar. Al 54° posto Alessandro Tadini con 70 (par).

I thailandesi stanno dettando il passo. Sono, infatti, al quinto posto con 66 (-4\) Jazz Janewattananond, Kevin Techakanokboom e Natipong Srithong, affiancati dall’australiano Terry Pilkadaris e da Mardan Mamat di Singapore, e al decimo con 67 (-3) ve ne sono altri quattro, compreso Prom Meesawat.

Non ha particolarmente brillato il sudafricano Trevor Immelman, 32° con 69 (-1), che nelle intenzioni doveva dare un ulteriore tocco di qualità alla gara, forte di una carriera sul PGA Tour e di un major vinto (Masters, 2008). Il filippino Miguel Tabuena e l’indiano S.S.P. Chawrasia, abbastanza quotati nelle previsioni della vigilia, hanno lo stesso score di Tadini.

Sattaya Supupramai, 33 anni e due successi nel Development Tour, il secondo circuito asiatico, ha realizzato otto birdie e un bogey. Per Francesco Laporta (nella foto) sei birdie e un colpo perso alla buca 2 e per Alessandro Tadini tre birdie e altrettanti bogey. Il montepremi è di 680.000 euro dei quali 122.047 dollari andranno al vincitore.

Fonte Federgolf

I RISULTATI

News