Francesco Laporta (nella foto), con il punteggio di 199 colpi (64 69 66, -17), si prende la vetta del Campionato Nazionale Open, gara d’apertura dell’Italian Pro Tour 2016, che si sta giocando sul percorso bolognese del Golf Club Le Fonti (par 72) a Castel San Pietro Terme. A un giro dal termine si fa sempre più avvincente la corsa al titolo: dietro al leader provvisorio inseguono in seconda posizione, con 201 colpi (-15), Nino Bertasio (68 66 67) e Filippo Bergamaschi (66 69 66). Cristiano Terragni, con 202 (66 66 70, -14), è scivolato in quarta posizione, ma ha comunque possibilità di recuperare la vetta. In quinta posizione con 203 (-13) lanceranno l’assalto al primo posto anche Lorenzo Gagli (70 69 64) e Matteo Delpodio (70 66 67). Ottimo ruolino di marcia dell’amateur Guido Migliozzi, settimo con 204 (67 67 70,-12), seguito da Andrea Rota, ottavo con 205 (68 70 67, -11). In nona posizione con 206 (-10) il trio formato da Alessandro Grammatica (72 66 68), Enrico Di Nitto (66 71 69) e l’amateur Andrea Saracino (70 65 71), che precedono di due colpi Lorenzo Scotto, 12° con 208 (68 70 70, -8). In tredicesima posizione con 209 (-7) un nutrito gruppo composto da Marco Crespi (71 69 69), Michele Ortolani (69 71 69), Andrea Maestroni (67 71 71), Andrea Bolognesi (70 68 71), Gregory Molteni (72 65 72) e dall’amateur Giacomo Fortini (67 70 72). Matteo Manassero (circondato dall’affetto del pubblico) non è riuscito a cambiare passo e occupa il 19° posto con 210 (71 68 71 -6) insieme a Stefano Pitoni (70 70 70), Lorenzo Magini (68 73 69) e a Leonardo Motta (70 68 72). È rimasto in bassa classifica il campione in carica Alessandro Tadini, 41° con 215 (71 74 70, -1). Il taglio, caduto a +2, ha estromesso dalla gara, fra gli altri, Nunzio Lombardi, 61° con 147 (+3) e Marco Bernardini (vincitore del Campionato Nazionale Open 2008), 83° con 151 (+7).

Giro finale – Le ultime 18 buche (ingresso gratuito) assegneranno il 77° titolo del torneo più longevo della Federazione Italiana Golf, primo evento nell’ambito del Progetto Ryder Cup 2022. Il montepremi è di 50.000 euro con prima moneta di 7,250 euro. In caso di arrivo con lo stesso score di due o più giocatori, sarà lo spareggio a oltranza alla buca 18 ad assegnare la vittoria.

Laporta cerca l’acuto vincente – Francesco Laporta, fra i 7 azzurri che hanno la “carta” per gareggiare nell’European Tour, cerca un successo che gli darebbe la giusta iniezione di fiducia per una stagione molto importante. Formatosi prevalentemente nel circuito sudafricano Sunshine Tour, il 26enne barese sta brillando per regolarità (secondo e terzo giro senza neanche un bogey) e dopo aver concluso al secondo posto i primi due giri, è riuscito a insediarsi al vertice: “Mi sto divertendo molto e voglio proseguire su questo livello di gioco. Poter competere per il titolo con due grandi giocatori come Bertasio e Bergamaschi sarà molto stimolante. Credo che per vincere bisognerà consegnare uno score con 21 colpi sotto par”.

Info team dell’esercito italiano – Nella giornata conclusiva del Campionato Nazionale Open sarà presente un Info team dell’Esercito italiano per testimoniare i valori della Forza Armata e seguire l’evolversi dell’evento sportivo.

A scuola di golf – Il Golf Club Le Fonti, inesauribile promotore d’iniziative volte a favorire la diffusione del golf, ha sviluppato un progetto didattico di avviamento al golf con la Direzione didattica di Castel San Pietro Terme. Più di 800 bambini tra gli 8 e i 9 anni degli Istituti Scolastici Albertazzi, Don Luciano Sarti e Sassatelli di Castel San Pietro Terme e Don Milani di Poggio Grande hanno invaso il campo pratica per andare “a scuola di golf”. Grande entusiasmo e curiosità negli occhi dei piccoli aspiranti golfisti, che hanno seguito anche fasi di gioco del torneo, andando poi a caccia degli autografi di Manassero e degli altri campioni. L’iniziativa proseguirà con lezioni di gruppo per facilitare l’approccio alla pratica golfistica. Nell’ambito del Progetto Golf e Scuola il circolo castellano ha istituito tre borse di studio per i ragazzi che dimostreranno di saper conciliare al meglio sport e istruzione.

Fonte Ufficio Stampa del torneo (Giampaolo Iacobellis)

News