Numeri record per la manifestazione intitolata a Teodoro Soldati: 144 i golfisti al via in rappresentanza di 19 nazioni. Si gioca a Biella Le Betulle da martedì 30 agosto a giovedì 1 settembre. Al vincitore anche una wild card per il prossimo Italian Open.

Schermata 2016-08-26 alle 13.44.16

Da martedì 30 agosto a giovedì 1 settembre, sul percorso del Golf Club Biella Le Betulle di Magnano, è in programma la 10a edizione del “Reply Italian International Under 16 Championship-Teodoro Soldati Trophy”, che assegnerà al vincitore anche una wild card per il prossimo Open d’Italia. Alla chiusura della entry list le richieste di iscrizione hanno raggiunto quota 170, su 144 posti disponibili, che alla fine sono stati ripartiti tra 85 atleti stranieri e 59 italiani. Di questi, a certificare l’eccellente livello tecnico dei partecipanti, ci sono ben 60 giocatori con handicap pari o inferiore a 1. Alla gara saranno rappresentate ben 19 nazioni: Italia, Sud Africa, Inghilterra, Irlanda, Germania, Finlandia, Svezia, Olanda, Svizzera, Norvegia, Belgio, Repubblica Ceca, Austria, Scozia, Estonia, Francia, Danimarca, Slovenia e Spagna.

Qualità e quantità per una manifestazione sempre più internazionale che si è costruita negli anni una solida tradizione di scopritrice di nuovi talenti e vedrà in azione alcune delle migliori promesse del golf europeo e mondiale che scenderanno in campo con l’obiettivo di emulare le gesta di chi è passato da questa gara per poi spiccare il volo nei tour professionistici, come Matteo Manassero, Haydn Porteous, Matthew Fitzpatrick, Brandon Stone e il belga Thomas Pieters che nel recente torneo Olimpico di Rio ha sfiorato la medaglia di bronzo chiudendo al 4° posto.

Grande attesa per il team sudafricano (sempre presente all’evento sin dalla prima edizione) composto da Jayden Schaper (handicap -3), Christo Lamprecht, Wilco Nienaber e Martin Vorster, che però dovrà vedersela con serie di agguerriti competitor a partire, tra gli altri, dagli inglesi Robin Williams e James Cooper, dai tedeschi Tim Mayer e David Li, dagli svedesi William Dahlstrom e Gustav Andersson, dall’Irlandese John Brady, dal finlandese Oscar Darlington e dall’olandese Timo Thans.

La nazionale azzurra si presenta con i migliori giocatori di categoria tra cui il campione uscente Riccardo Leo (Royal Park), che proverà a calare un bis finora mai riuscito a nessuno, il campione nazionale Cadetti Kevin Latchayya (Mia Golf), Andrea Romano (Olgiata), Alfredo Bianchin (Asolo) e il biellese (campione italiano assoluto match-play) Massimiliano Campigli (Gc Torino). A tenere alti i colori locali e decisi a far fruttare il fattore campo ci saranno anche i rappresentanti del Gc Biella Gregorio De Leo e Giovanni Togni.

La formula di gioco prevede la disputa di 72 buche stroke-play con taglio dopo i primi due giri. I primi 40 della classifica più gli eventuali pari merito parteciperanno alle 36 buche finali che si disputeranno nella giornata conclusiva di giovedì. In palio, oltre al titolo individuale, ci sarà anche il Nations’Trophy (con team composti da 3 giocatori) che verrà assegnato alla fine della seconda giornata tenendo conto dei migliori 2 score su 3 di ogni giro.

Partner dell’evento sarà Reply, multinazionale leader sui nuovi canali di comunicazione e i media digitali. L’ingresso al club (posizionato nel comune di Magnano sulla statale che collega Biella ad Ivrea) per tutta la durata della manifestazione sarà libero e gratuito.

Live scoring e Facebook. Anche quest’anno è operativo il “live scoring”. Gli interessati non dovranno far altro che collegarsi al sito del G.C.Biella (www.golfclubbiella.it) per poter seguire buca dopo buca la gara di tutti i partecipanti. Aggiornamenti in tempo reale sulla manifestazione saranno visibili sulla pagina Facebook del Golf Club Biella Le Betulle.

 

 

News