Nel Resorts World Manila Masters (Asian Tour), Alessandro Tadini occupa il 59° posto con 213 colpi (69 72 73, -3), mentre in testa c’è stato ancora un avvicendamento: al primo posto si è insediato il thailandese Sutijet Kooratanapisan (200 – 65 66 69, -16) che precede di due colpi il connazionale Phachara Khongwatmai (202, -14).
E’ sceso al terzo posto con 203 (-13) l’indiano Jyoti Randhawa, leader dopo due turni, ora affiancato dal connazionale S.S.P. Chawrasia, dal sudafricano Jbe Kruger, entrambi vincitori sull’European Tour, e dall’australiano Terry Pilkadaris. In corsa per il titolo anche l’altro indiano Gaganjeet Bhullar, settimo con 205 (-11), insieme ad altri quattro concorrenti meno qualificati, mentre sono fuori gioco i filippini Antonio Lascuna e Miguel Tabuena, lo spagnolo Carlos Pigem e l’indiano Shiv Kapur, 17.i con 206 (-10).
Sutijet Kooratanapisan (nella foto), 29 anni, ha quale miglior risultato nel circuito in quinto posto in questo torneo, edizione 2013. Ha preso la leadership con un parziale di 69 (-3) fatto di un eagle, due birdie e un bogey. Molto alterno Alessandro Tadini, ultimamente impegnato in Oriente dove sta sfruttando la ‘carta’ per l’Asian Tour ottenuta a inizio stagione, che ha assemblato quattro birdie, tre bogey e un doppio bogey per il 73 (+1). Il montepremi è di un milione di dollari.

News