Alessandro Tadini, 60° con 140 (68 72, -4) colpi, ha superato il taglio nel “Resorts World Manila Masters” (Asian Tour) che si sta disputando sul percorso del Southwoods G&CC a Manila, nelle Filippine. Al comando è rimasto da solo, con 129 colpi (64 65, -15) l’indiano Jyoti Randhawa davanti ai thailandesi Sutijet Kooratanapisan e Tirawat Kaewsiribandit (131, -13). Ha recuperato l’altro indiano S.S.P. Chawrasia, da 26° a quarto con 132 (-12), e gli sono a ruota il vietnamita Michael Tran e i thailandesi Sattaya Supupramai e Phachara Khongwatmai (133, -11). In buona classifica anche l’indiano Gaganjeet Bhullar, 11° con 135 (-9), il sudafricano Jbe Kruger, vincitore sull’European Tour, 17° con 136 (-8), lo spagnolo Carlos Pigem e il filippino Miguel Tabuena, 24.i con 137 (-7).
Jyoti Randhawa, che frequenta anche l’European Tour, ha effettuato le prime trentasei buche senza bogey, con quindici birdie complessivi, otto nel giro iniziale (64, -8) e sette nel secondo (65, -7). Alessandro Tadini, ultimamente impegnato in Oriente dove sta sfruttando la carta per l’Asian Tour ottenuta a inizio stagione, ha girato nel 72 del par con due birdie e altrettanti bogey ed è rimasto in gara con l’ultimo punteggio utile. Il montepremi è di un milione di dollari.

News