Due giocatori italiani, Michele Ortolani e Federico Maccario (nella foto), settimi con 69 (-3) colpi, sono tra i top ten dopo il giro iniziale del Red Sea Little Venice Open, seconda gara stagionale dell’Alps Tour che, come la prima, si sta svolgendo al Sokhna GC (Course B&C, par 72)), ad Ain Sokhna in Egitto. 
Ha dato conferma del suo ottimo stato di forma il francese Franck Daux, vincitore del precedente Ein Bay Open, che è partito a forte andatura siglando un 63 (-9) e lasciando a quattro colpi il connazionale Leonard Bem, l’inglese Liam Harper e il belga Kevin Hesbois (67, -5) e a cinque lo svizzero Arthur Gabella e l’inglese Matt Wallace (68, -4).
Sono in buona posizione Aron Zemmer, 13° con 70 (-2), Corrado De Stefani, Alberto Campanile Federico Colombo, 22.i con 71 (-1), e Guglielmo Bravetti, 31° con 72 (par). Dovranno accelerare il passo per evitare il taglio Nicholas De Pedrazzi, 43° con 73 (+1), Andrea Romano e Joon Kim, 50.i con 74 (+2), Enrico Di Nitto e Alberto Fisco, 59.i con 75 (+3), Francesco Gatti, 69° con 76 (+4), il dilettante Luca Buscioni, 73° con 77 (+5),mentre appare difficile la situazione di Federico Ranelletti, 80° con 78 (+6), e di Leonardo Sbarigia, 85° con 86 (+14). Il montepremi è di 30.000 euro dei quali 5.000 euro andranno al vincitore.
Fonte Federgolf
News