Al via 156 giocatori provenienti da 26 nazioni.  Tra i favoriti i cinque vincitori di major: Martin Kaymer, Padraig Harrington, Y.E. Yang, Paul Lawrie e Danny Willett. Il team del danese Lucas Bjerregaard ha vinto la “CheBanca! Pro-Am”, prologo al torneo

Domani (giovedì 15 settembre), sul percorso del Golf Club Milano, prende il via il 73° Open d’Italia, il primo del Progetto Ryder Cup 2022. In gara ci saranno 156 giocatori provenienti da 26 nazioni e fino a domenica si contenderanno un montepremi di tre milioni di euro, raddoppiato rispetto allo scorso anno, così come la prima moneta salita da 250.000 a 500.000 euro.

Il torneo è stato anticipato dalla “CheBanca! Pro-Am” che è stata vinta con “meno 32” dalla squadra del professionista danese Lucas Bjerregaard con gli amateur Luigi Maggi, Gianpietro Maggi e Marco Amigoni. Hanno superato nell’ordine i team dello spagnolo Rafael Cabrera Bello con Laura Tirassa, Cristina Bortoluzzi, Silvia Grabbi (-31), dell’inglese Lee Westwood con Guido Barilla, Antonio Fratta Pasini, Andrea Amaduzzi (-30), dell’olandese Joost Luiten con Roberto Palagi, Attilio Zorzan, Paolo Anzani (-29) e del danese Soren Kjeldsen con Danila Proglio, Massimo Lavelli e Carlo Arienti. Tra gli sportivi l’ex CT della Nazionale di calcio Cesare Prandelli, nella squadra del francese Victor Dubisson, ha ottenuto il 15° posto e sono terminati più indietro gli ex calciatori Alessandro Del Piero, Mauro Tassotti e Lorenzo Marronaro.

Tornando a l’Open, sono tanti i top players che si batteranno per il titolo vinto lo scorso anno dallo svedese Rikard Karlberg. Tra i più accreditati al successo finale i cinque vincitori di major: Martin Kaymer, Padraig Harrington, Y.E. Yang, Paul Lawrie e Danny Willett; gli altri cinque dei sette giocatori che insieme a Kaymer e Willett disputeranno la prossima Ryder Cup, Lee Westwood, Chris Wood, Matthew Fitzpatrick, Andy Sullivan e Rafael Cabrera Bello. Da non dimenticare poi Robert Karlsson, Victor Dubuisson, Jamie Donaldson, Miguel Angel Jimenez, Pablo Larrazabal, Joost Luiten, Nicolas Colsaerts e gli orientali Thongchai Jaidee, Byeong Hun An e S.S.P. Chawrasia.

Tra i venti azzurri in campo, proveranno a riportare in Italia il trofeo, che manca da dieci anni, Francesco Molinari, l’ultimo a vincere nel 2006, Matteo Manassero, Renato Paratore, Nino Bertasio ed Edoardo Molinari.

Ryder Cup Trophy Tour – Il Trofeo della Ryder Cup, nell’ambito del Ryder Cup Trophy Tour, dopo aver fatto tappa al Duomo nel tardo pomeriggio è giunto al Golf Club Milano e domani, giovedì, sarà esposto al pubblico, un’occasione imperdibile per ammirare da vicino la prestigiosa coppa e celebrare con una foto la storica assegnazione all’Italia della Ryder Cup 2022. 

Ingresso gratuito – Il 73° Open d’Italia si disputerà sulla distanza di 72 buche. Il taglio dopo 36 promuoverà agli ultimi due giri i primi 65 classificati, i pari merito al 65° posto e i dilettanti che rientreranno nel punteggio di ammissioneIngresso libero per il pubblico. Saranno inoltre a disposizione delle navette gratuite che partiranno, a iniziare dalle ore 8,  da Milano (Corso Venezia e Piazza Castello) con ritorno la sera.

Buche in uno – Vi saranno due premi speciali per gli eventuali autori di una “hole in one”, sponsor Mercedes Benz Italia e Terre dei Consoli Golf Club. Il primo giocatore che centrerà con un solo colpo, durante tutto il torneo, la buca 10 (par 3, metri 202) riceverà un’auto Mercedes Benz Classe C Cabrio 200d 4Matic Premium. Chi invece effettuerà per primo la prodezza alla buca 7 (par 3, metri 181), in uno degli ultimi due giri, avrà in premio un appartamento all’interno del Terre dei Consoli GC. 

Fuori torneo – Intensa l’attività anche fuori dal campo di gioco. Dalle ore 9, all’interno del Villaggio Commerciale, nel Family Village sponsored by KPMG, i genitori potranno lasciare i figli in compagnia di personale qualificato della US Kids Golf Italy e di istruttori del CONI e con servizio baby sitter. I neofiti potranno avvicinarsi al golf assistiti da maestri PGAI, i golfisti avranno l’opportunità di provare le nuove attrezzature al Demo Days e tutti potranno conoscere altre discipline al Villaggio dello Sport CONI.

Allo ore 14,30 presso il Villaggio Commerciale “Questions and Answers” con Rafael Cabrera Bello e Rikard Karlberg, che risponderanno alle domande degli spettatori, e alle ore 16 “Maui Jim Clinic” con Miguel Angel Jimenez e Renato Paratore, che si esibiranno in campo pratica.

Il percorso – Il Golf Club Milano ospiterà la gara per l’ottava volta, seconda consecutiva. Nel 2015 il tracciato, sul quale erano stati effettuati dei lavori, compreso il rifacimento del green della buca 10, ha avuto elogi incondizionati da parte di tutti i partecipanti. Quest’anno è stata effettuata una nuova importante modifica: sono stati uniti i tee delle buche 12 e 18, che hanno permesso di aumentare la lunghezza di entrambe.

 

 

 

73° Open d'Italia News