Nel primo giro dell’Australian PGA Championship, gara inaugurale dell’European Tour in svolgimento al RACV Royal Pines Resort (par 72), sulla Gold Coast, nel Queensland, in Australia a farla da padrone è stato il maltempo. Le prime diciotto buche, infatti, non sono state completate da tutti i giocatori e nella classifica provvisoria Nino Bertasio è all’80° posto con 74 (+2) colpi, mentre Edoardo Molinari occupa addirittura il 109° posto con “+3” dopo 12 buche ed è tra i 77 concorrenti fermati lungo il tracciato.
Hanno beneficiato di un tempo più clemente i giocatori partiti al mattino e ne ha approfittato l’australiano Andrew Dodt per prendere il comando con 65 colpi (-7), davanti al neozelandese Ryan Fox e allo statunitense Julian Suri, entrambi con 67, ma il leader corre il rischio di essere raggiunto dall’altro americano Harold Varner III, stesso “-5” e quattro buche ancora da giocare. Hanno tenuto un buon passo Adam Scott, gran favorito, quinto con 68 (-4), il neozelandese Danny Lee, 11° con 69 (-3), e Marc Leishman, 21° con 70 (-2), che ha vestito i colori australiani nella recente World Cup insieme a Scott (noni). Ha condotto 15 buche in par l’inglese Ian Poulter (37°), mentre  il campione uscente Nathan Holman, stoppato alla 14ª buca, ha lo stesso score di Molinari.
Da registrare la prodezza  di Jarrod Lyle, autore di una “hole in one” alla buca 5 (par 3, metri 169, ferro 7), 11° con “-3” e cinque buche da completare.
Andrew Dodt (nella foto di Getty Images), 30enne di Gatton con due successi nell’European Tour e uno nel circuito di casa, ha realizzato otto birdie e un bogey. Nino Bertasio è andato due colpi sopra par con tre birdie, un bogey e due doppi bogey ed Edoardo Molinari ha messo insieme tre bogey. Il montepremi è di 1.054.000 euro. Al vincitore andranno 175.631 euro.

I RISULTATI

News