Andrea Rota, con uno score di 205 colpi (66-70-69), 11 sotto il par, dopo una buca di spareggio ha vinto il 40° PGAI Championship, quartultimo torneo stagionale dell’Italian Pro Tour che si è disputato al Golf Villa Carolina. Alla vigilia dell’ultimo giro ben sei giocatori erano racchiusi in quattro colpi: Marco Guerisoli, partito con Rota nel team leader e indietro di una lunghezza, ha raggiunto il neo campione con eagle alla buca 11 e un birdie alla 12, ma poi sono arrivati due bogey che lo hanno riportato indietro di due colpi a due buche dalla fine.

Il colpo di scena è però arrivato alla 17 quando il drive di Andrea Rota è finito nei cespugli e, dopo vari errori da entrambe le parti, sul green della 18 i giochi erano ancora aperti con una lunghezza di differenza. Rota imbucava da oltre 15 metri per il par, mentre Guerisoli mancava di un soffio il birdie da molto più vicino. Intanto però Matteo Delpodio era in club house con -11 grazie a un 66, il miglior score di giornata, ed è stato così necessario il playoff chiuso poi a favore di Rota («Se non mi complico la vita non mi diverto», il suo commento) con «l’ennesimo 3-putt di giornata» dell’avversario. Nel 66 di Delpodio più di 32 putt e una crisi sul green che dura da mesi. Per Andrea Rota, trentenne bergamasco, professionista da oltre dieci anni e già runner-up in questo torneo nel 2012, un finale decisamente sudato dopo una corsa di testa, e un putt chilometrico che sapeva di dover imbucare per andare allo spareggio.

RISULTATI

 

News